domenica 8 marzo 2020

DOLCE AMARO

8 Marzo festa della donna




Solo una donna
gioca a nutrire una bambola,
 mentre i compagni imparano a sparare.
Solo una donna racconta alla compagna di banco
la tempesta del cuore,
mentre più dietro c'è qualcuno che si vanta di un'intimità espugnata.
Solo una donna sogna un abito bianco
quando ogni storia ha un esito cupo.
Solo una donna ti culla di notte 
per regalarti la prima canzone d'amore.
Solo una donna morde la mela proibita solo perchè
non sa cosa farne di un paradiso di niente.
Solo una donna nasce da una costola scarna
perchè sa riempirla di carne e sudore.
Solo una donna si sgrana la pelle per far posto ad un piccolo cuore.
Solo una donna ti accoglie nel corpo
quando poi sa che scapperai portandoti via l'anima.
Solo una donna ti porta nel grembo una volta e per sempre,e per lei,non sei mai partito.
G.Miniello




STRUDEL DI RADICCHIO E PROVOLA


INGREDIENTI: 1 confezione di pasta sfoglia
1 cespo di radicchio rosso
1 pera
provola
pangrattato
1 uovo


ESECUZIONE: preparare il ripieno facendo appassire in padella con poco olio il radicchio lavato e tagliato a listarelle.Salare.
Srotolare la sfoglia e spargere su una metà una manciata di pangrattato.
Sopra mettere il radicchio.
Sbucciare una pera,tagliarla a dadini e metterli sopra il radicchio insieme
alla provola tagliata a pezzetti.
Chiudere lo strudel con la parte di sfogli lasciata libera.
Sbattere l'uovo con un pizzico di sale e spennellarlo sopra lo strudel.
Cuocere in forno caldo a 180° per 20 minuti circa.


Un piatto diverso con gusti contrastanti : l'amaro del radicchio e il dolce della pera.
Insieme danno vita ad un rustico invitante adatto anche per l'aperitivo.
Dolce amaro come la vita di tutte le donne.


sabato 22 febbraio 2020

PROFUMO


Qualsiasi pietanza che sta cuocendo in cucina riempie la casa del suo profumo e a mio avviso quello dei biscotti è il più piacevole.E' quello più caldo,inebriante e avvolgente.



BISCOTTI AL MUESLI

INGREDIENTI: 350 gr di farina
2 uova
100 gr di gocce di cioccolato bianco
80 gr di zucchero
100 gr di burro
1 bustina di lievito
muesli croccante
zucchero a velo


ESECUZIONE: mesolare farina,zucchero e lievito in una terrina.Rompervi dentro le uova e iniziare ad impastare aggiungendo anche il burro liquefatto e le gocce di cioccolato.Lavorare per ottenere un impasto omogeneo ma appiccicaticcio,morbido.
mettere il muesli in un piatto steso.Prelevare con le mani un po' di impasto e formare delle polpettine e rotolarle nel muesli appiattendole.Mettere i biscotti sulla leccarda del forno foderata di carta forno mettendoli un poco distanziati. Cuocere per 15 minuti circa a 180°.
Farli freddare e cospargerli di zucchero a velo.

Le gocce di cioccolato bianco gli danno una marcia in più,una dolcezza rotonda e la croccantezza del muesli li rende ancora più piacevoli.
Per questo sono adatti anche a fine pasto oltre che per la colazione magari accompagnati da vin santo.


Domenica,quando li ho fatti,il profumo arrivava fino in giardino...anche la mia Ombretta annusava estasiata <3 p="">

domenica 16 febbraio 2020

SSSSSS....NON DITELO A NESSUNO



Ssss....non diciamolo a nessuno...sono tornata con una nova ricetta.
Nessuna premeditazione,è successo tutto all'improvviso.

BICCHIERI AL BUDINO

INGREDIENTI: 1 busta di budino alla vaniglia
mezzo litro di latte
biscotti frollini
gocce di cioccolato
1 bicchiere di caffè d'orzo
1 cucchiaio di liquore a piacere
200ml di panna da montare 
cacao amaro


ESECUZIONE: sbriciolare grossolanamente i biscotti e metterli sul fondo dei bicchieri.Versare il liquore nel caffè e con questa miscela bagnare i biscotti.
Preparare il budino seguendo le istruzioni sulla busta e poi versarlo sui biscotti.Utilizzando una busta e mezzo litro di latte otterrete una crema per 4 bicchieri da acqua.
far freddare e poi versare sopra le gocce di cioccolato.
Montare bene la panna e versarla sopra le gocce.Spolverizzare con cacao amaro e conservare in frigo fino al consumo


Tengo sempre in dispensa il preparato per fare il budino pronto per preparare velocemente un dessert.
Per servirlo poi creativamente ci sono infinite possibilità...questo è un semplice consiglio.

giovedì 28 febbraio 2019

GIOVEDI' GRASSO

Non amo le maschere nemmeno a Carnevale...il dover indossare per forza abiti che non sono i miei mi mette tristezza.Non mi sento a mio agio in vestiti che non esprimono la mia personalità... non riesco mai ad essere ciò che non sono. Amo la musica ed i colori ma a Carnevale è tutto troppo...troppa musica e troppi colori.Baldoria ,chiasso e confusione non mi si addicono sono situazioni che cerco di evitare in ogni modo... ma i dolcetti tipici di questa festa si.
Fritti e frittelle  di ogni forma e poi Cenci o Chiacchere,krafen e bomboloni e frati c'è l'imbarazzo della scelta: ogni città ha i suoi ingredienti e impasti caratteristici.Ingrediente comune è lo zucchero che spesso è presente in piccole quantità nell'impasto ma che le avvolge esternamente in grande quantità...e il bello è che ti puoi leccare le dita e le labbra e assaporare così questi magici cristalli che rendono tutto così buono.

allora ecco qua la ricetta di queste castagnole buone,morbide e saporite.

CASTAGNOLE ARANCIA E YOGURT

INGREDIENTI: 1 uovo
80 gr di zucchero
1 arancia succo e buccia grattugiata
1 yogurt bianco o agrumi o vaniglia
300 gr di farina 
mezza bustina di lievito per dolci
mezza bustina di lievito per torte salate
1 pizzico di sale
zucchero semolato per guarnire




ESECUZIONE : aggiungere alla farina l'uovo,il sale la buccia grattugiata dell'arancia e il suo succo.Aggiungere lo yogurt e i lieviti.Impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido tipo quello della pasta frolla.Se serve potete aggiungere della farina.
Con la pasta fare dei filoncini come si fa quando prepariamo gli gnocchi e tagliarli a tocchetti.
Rotolare la pasta tra le mani infarinate e formare delle palline.
Preparare abbondante olio in una padella e appena ben caldo friggervi le castagnole.



Appena dorate scolarle su carta assorbente e successivamente passare in abbondante zucchero semolato.


Sono molto buone e finalmente un impasto che cuoce bene anche all'interno.


domenica 3 febbraio 2019

INFINITI ANNI FA

Buongiorno a tutti ,in questi giorni,su FB, mi sono imbattuta in una filastrocca che mi ha riportato alla mia infanzia...infiniti anni fa.Mia zia,che preferisco chiamare Tata,me la recitava sempre.Io affascinata gliela chiedevo continuamente e lei ,molto paziente la ripeteva con piacere.Ero riuscita ad imparare a memoria alcuni versi e ancora oggi mi piace molto rileggerla 






FILASTROCCA DEI MESI

Gennaio mette ai monti la parrucca
Febbraio grandi e piccoli imbacucca
Marzo libera il sol di prigionia
Aprile di ogni colore orna la via
Maggio vive tra musiche di uccelli
Giugno ama i frutti appesi ai ramoscelli
Luglio falcia le messi al solleone 
Agosto,avaro,ansando le ripone
Settembre i dolci grappoli arrubina
Ottobre di vendemmia empie le tina
Novembre ammucchia aride foglie in terra
Dicembre ammazza l'anno e lo sotterra

Angiolo Silvio Notaro


Dolce e morbido come questo ricordo è il dolce che ho preparato per la colazione questa settimana.
Profumato e leggero usa solo albumi e yogurt per una sofficità che non ha uguali.


DOLCE SOLO ALBUMI CON YOGURT

INGREDIENTI: 2 barattolini di yogurt al miele
5 albumi
1 pizzico di sale
300 gr di farina 
120ml di olio di semi
150 gr di zucchero 
1 bustina di lievito vanigliato
1 bustina di vanillina
zucchero a velo


ESECUZIONI: montare a neve ferma gli albumi con il sale.In una ciotola mescolare lo yogurt con l'olio e lo zucchero.Aggiungere piano piano la farina con il lievito e mescolare.Aggiungere mescolando per non smontarli gli albumi a neve.Ottenuto un composto omogeneo versarlo in una teglia rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo a 180° per 35-40 minuti circa.
Una volta raffreddato potete (io non l'ho fatto) spolverizzare il dolce con abbondante zucchero a velo.



Io l'ho preparato per la colazione ma la sua morbidezza lo rende idoneo anche per una merenda,accompagnato con un buon tè o anche dopo pranzo con un bicchierino di vino dolce.

Buona domenica.

domenica 20 gennaio 2019

SORELLE


Era da un po' che mi trascinavo tra libri che si facevano leggere ma che non mi entusiasmavano più di tanto e poi e
è arrivato lui.
Questo libro me lo ha prestato mia sorella e si è dimostrata subito una bellissima lettura che mi ha preso come poche  altre.
E' la storia di una famiglia con una madre severa,un padre comprensivo,una sorella maggiore ribelle e la minore troppo comprensiva e il fratello Mitros che una malattia renderà inabile in poco tempo.La famiglia Emilianides emigrata da Cipro a Dublino dopo il colpo di stato del 1974  ruota intorno a Mitros,sarà infatti per lui che conoscerà la famiglia di Cormac,un medico.
Cormac cambierà il destino di questa famiglia e per Melina tutto sarà sconvolto persino il prezioso  rapporto con sua sorella Alexia,nato in adolescenza e cresciuto e rafforzato dagli sconvolgimenti della vita adulta.
Scopriremo quanto sono importanti gli affetti della famiglia e soprattutto di una sorella per sopravvivere alle intemperie e ai dolori ma anche per gioire dei bei momenti che la vita vorrà regalarci.
.Bellissima la complicità che esiste tra Melina ed Alexia e l'empatia che le fa essere unite anche a distanza.
Donne,sorelle ma soprattutto amiche.
Mi sono ritrovata a piangere e a gioire insieme a loro e un po' mi ci sono riconosciuta  visto il bel rapporto che mi lega a mia sorella.
Un libro che consiglio a tutti.

Questo invece è il dolce per il compleanno di mio figlio Alessandro.Scenograficamente non è un granchè ma il sapore molto buono e goloso.


MILLEFOGLIE AL TORRONE

INGREDIENTI: 3 confezioni di pasta sfoglia
crema al limone (per la ricetta QUI)
crema al cacao (per la ricetta QUI
un torrone morbido alla nocciola
zucchero a velo




ESECUZIONE: srotolare la pasta sfoglia,bucherellarla con una forchetta e cuocer
e in forno per 15 minuti circa.La sfoglia non va fatta cuocere troppo altrimenti poi si sbriciola.Preparare le creme e sbriciolare il torrone con un coltello.Mettere la prima sfoglia su un piatto da portata e sopra stendere la crema al limone.Spargere sopra 1/3 di torrone e coprire con l'altra sfoglia.ora stendere la crema al cacao e ricoprire con l'ultima sfoglia.Se avete lasciato un paio di cucchiai delle creme potete usarle ora per decorare la superficie del dolce come più vi piace.Altrimenti potete semplicemente spolverizzare abbondante zucchero a velo e poi aggiungere il rimanente torrone spezzettato.
Se amate la panna potete montarne 200 ml e aiutandosi con un sac-a-poche decorare la superfice del dolce con dei ciuffetti e sopra spargere i pezzetti di torrone.


mercoledì 26 dicembre 2018

9 ANNI FA

Buon compleanno a " Passioni e cucina" che oggi compie 9 anni.

E' per questa particolare occasione che voglio pubblicare dopo molto tempo una ricetta.
La ricetta di una torta  molto profumata.


CROSTATA ALLA CREMA DI LIMONCELLO


INGREDIENTI: per la frolla:300 gr di farina
1 pizzico di sale
1 uovo
1 cucchiaio di limoncello
150 gr di burro
mezza bustina di lievito per dolci
100 gr di zucchero

per la crema: mezzo litro di latte
3 tuorli
100 gr di zucchero
50 gr di farina
1 bicchierino di limoncello


ESECUZIONE: cominciamo col preparare la frolla mescolando velocemente tutti gli ingredienti fino a formare un panetto omogeneo.
Per la crema mescolare i tuorli con lo zucchero,aggiungere la farina e poco per volta il latte sempre mescolando.Portare sul fuoco e mescolare fino alla bollitura.
Togliere dal fuoco,far intiepidire ed aggiungere il limoncello mescolando bene.
Stendere 2/3 della frolla e foderarvi una tortiera rivestita di carta forno.
Versare all'interno la crema e ripiegarvi sopra i bordi della frolla.
Stendere la rimanente frolla e tagliare tante stelline grandi e piccole da adagiare sopra la crema per decorare.
Cuocere la crostata in forno caldo a 180° per 30 minuti circa.


E? buonissima sia tiepida che fredda di frigo-

Molto aromatica,il limoncello gli dà una nota di freschezza tutta speciale.



Buone Feste !