lunedì 28 marzo 2016

BUONA PASQUETTA


Eccoci a Pasquetta ma oggi il tempo non si addice alle scampagnate...sta piovendo con una pioggerellina leggera e questo invita solo ad accoccolarsi sul divano a sonnecchiare.
Per il momento non possiamo andare nemmeno a smaltire le milioni di calorie che abbiamo ingurgitato ieri con tortelli,ravioli,lasagne,arrosti,sformati,pastiere,zuccotti e cioccolata...
 Il pranzo di Pasqua è convivialità,allegria e si sa che scherzando e ridendo si mangia di più,si sta più attenti al piacere e non al dovere.Ma che importa...da domani faremo palestra,corsetta e camminate a go go...beh! forse!!!


La ricetta di oggi l'ho proposta anche ieri ai miei commensali e anche se già strapieni tra antipasti e primi è stata apprezzata con entusiasmo da grandi e piccini.



POLPETTE RIPIENE

INGREDIENTI: macinato di carne misto
1 salsiccia
pane raffermo
parmigiano grattugiato
aglio in polvere
erbette essiccate (rosmarino,salvia,)
1 uovo
sale e pepe
prezzemolo tritato
formaggio caciotta o mozzarella
pangrattato

ESECUZIONE: ammollare in acqua per una mezz'ora il pane raffermo.Strizzarlo,sbriciolarlo e raccoglierlo in una ciotola.Aggiungere il macinato e la salsiccia sbriciolata.
Salare,pepare,spolverizzare con un po'di aglio secco ed aggiungere 1 cucchiaio di erbette essiccate.
Grattugiare abbondante parmigiano grattugiato ed aggiungerlo all'impasto insieme all'uovo e al prezzemolo tritato.Mescolare a lungo il tutto fino a renderlo ben omogeneo.
Tagliare a cubetti la caciotta.
Con l'impasto di pane e carne formare delle palline e nascondere al loro interno il formaggio.Passare le polpettine nel pangrattato e friggerle in abbondante olio bollente.
Scolare su carta assorbente e servire.
Inutile dire che sono appetitosissime e ottime anche per un pic-nic...non si sa mai magari da qualche parte il sole splende e si può uscire a goderselo!!!


Buona pasquetta:

sabato 27 febbraio 2016

CERCANDO LA PRIMAVERA


Golosissimo,invitante,un dolce a cui nessuno riesce a resistere: il profitterol.
Facilissimo da preparare soprattutto se come me usate i bignè già pronti.
 I bignè si possono riempire con panna,gelato e o con la classica crema pasticcera e poi si ricoprono con una crema morbida di cioccolato.


Io ho voluto rendere questo classico un poco più fresco e primaverile visto che è proprio la primavera che cerchiamo disperatamente in questi giorni così piovosi e tristi.
Ogni volta che scorgiamo una violetta fiorita o che sentiamo il canto melodioso di un uccello si riaccende la speranza di una stagione più solare che faccia letteralmente rinascere.
Ed allora visto che la stagione così ricercata è ancora lontana consoliamoci con questo dessert assaporandolo magari con i nostri familiari in un giorno di festa o durante una merenda in compagnia di amici.


PROFITTEROL CON CREMA AL LIMONCELLO

INGREDIENTI: bignè già pronti

Per la crema:
4 tuorli
mezzo litro di latte
150 gr di zucchero
50 gr di farina
1 bicchierino di limoncello

per la glassa:
150 gr di cioccolato fondente
200ml di panna da montare
confettini colorati


ESECUZIONE: preparare la crema sbattendo i tuorli con lo zucchero,unire la farina e poi aggiungere il latto a filo mescolando perchè non si formino grumi.Porre sul fuoco e portare a bollore.Spegnere ed aggiungere alla crema il liquore mescolando finchè non si sia amalgamato bene.
Far freddare.
Riempire con la crema i bignè aiutandosi con una siringa da pasticcere o un cache-pot.
Fare a pezzetti il cioccolato ed aggiungerlo alla panna in un pentolino che porremo su fuoco basso.Mescolando continuamente faremo sciogliere il cioccolato che verseremo poi su i bignè posti su di un piatto da portata.Decorare poi con i confettini colorati.


Con questa mia ricetta partecipo al giweway promosso dal blog Batuffolando per festeggiare il suo compleanno.



domenica 14 febbraio 2016

SAN VALENTINO

..
...SI NASCONDE OVUNQUE
IL NOSTRO AMORE QUOTIDIANO
NELLE DECISIONI E NELLE PIEGHE DEL DESTINO
NELLE PARTENZE VERSO CHISSÀ DOVE
NELLE MIMOSE NATE NELLA NEVE
IN UN MIRACOLO CHE È TUTTO QUA
NELLA NORMALITÀ
QUESTO TI DARÒ
IL MIO IMPEGNO UNICO
I MIEI OCCHI ACCESI E TIMIDI
SUL PRESENTE CHE ORA HO
SÌ QUESTO TI DARÒ
ALTRO NON DESIDERO
NIENTE MEGLIO DI COSÌ...
L.Pausini
E per un giorno speciale serve un dolce speciale!


In realtà non si tratta niente di così speciale: ma di una semplice crostata farcita però con il Lemon Curd,una morbida  crema di origine anglosassone a base di limoni.


CROSTATA AL LEMON CURD

INGREDIENTI: per la frolla 
300 gr di farina
150 gr di burro
1 uovo 
1 tuorlo
1 pizzico di sale
buccia di limone grattugiata

per il ripieno: 1 vasetto di Lemon Curd già pronto

zucchero a velo


ESECUZIONE: preparare la frolla impastando i suddetti ingredienti.Stendere l'impasto su di un foglio di carta forno e foderare con questo una teglia da crostata avendo cura di lasciarne un poco da parte per le decorazioni.Sopra la frolla versare il lemon curd e decorare con la frolla rimasta.
Io ho ritagliato la pasta con uno stampino a forma di cuore.
Cuocere la crostata in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.
Sfornare far freddare e mettere il dolce su di un piatto da portata,spolverizzarlo con zucchero a velo.


Il Lemon Curd è  usato per farcire dolci e biscotti.Si può semplicemente fare in casa,sul web ne trovate infinite ricette,ma si può anche comprare già pronta e velocizzare così la preparazione.Questa crema si trova nei supermercati insieme alle confetture e marmellate.



domenica 7 febbraio 2016

NON SOLO IL GIOVEDI'


Mmm,cremosi e golosi gli gnocchi di oggi.Veramente invitanti ed appetitosi.
La ricetta è semplice semplice e conosciutissima ma non per questo meno apprezzata.
Di solito è la semplicità che riempie il cuore perchè chi non sa apprezzarla vive veramente a metà.Dobbiamo imparare a gioire delle piccole cose perchè nel caos in cui viviamo ogni giorno sono loro che fanno la differenza e che ci danno una marcia in più.


GNOCCHI ALLA POLPA DI GRANCHIO

INGREDIENTI: gnocchi di patate già pronti
polpa di granchio
mezza cipolla bianca
dado vegetale
olio evo
poco peperoncino
1 vasetto piccolo di panna da cucina
abbondante prezzemolo


ESECUZIONE: tritare finemente la cipolla con il peperoncino e soffriggerla in una padella con un po' di olio .Aggiungere la polpa di granchio con tutto il suo liquido nella padella e mescolare.insaporire con del dado vegetale  e portare a cottura.Aggiungere in fine la panna e appena ha ripreso il bollore spegnere il fuoco e spolverizzare con abbondante prezzemolo tritato.
Condire con questo sughetto appetitoso gli gnocchi lessati e 
servirli ben caldi. Gustare in compagnia.



P.S. Gli gnocchi sono buoni sempre non solo il giovedì ;)

domenica 31 gennaio 2016

LA PERFEZIONE



Eccomi per un nuovo aggiornamento...no oggi non vi parlo del tempo perchè quello è venuto a noia...pioggia e nebbia a ripetizione e siamo passati da -6 a +16 nel giro di 24 ore...chiunque ne uscirebbe provato...



Vi voglio parlare invece di questo dolce che porta allegria e buonumore già dal primo mattino.E' buonissimo per la colazione e perfetto anche per il fine pasto.Morbido,invitante e ricco di frutta...insomma è perfetto!!!


TORTA AI FRUTTI DI BOSCO

INGREDIENTI: 230 gr di farina
140 gr di zucchero di canna
1 PIZZICO DI SALE
1/2 bustina di lievito per dolci
4 cucchiai colmi di olio di semi
2 uova
buccia grattugiata di limoni
200 gr di frutti di bosco surgelati
zucchero a velo

ESECUZIONE: scongelate i frutti di bosco seguendo le indicazioni che sono sulla busta.
Sbattere le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino a rendere il composto bello spumoso.Aggiungere sempre mescolando l'olio e versare poi anche la farina setacciata insieme al lievito.Aromatizzare poi l'impasto con la buccia grattugiata del limone.Versare il tutto in una tortiera rivestita di carta forno e sopra mettere a cucchiaiate i frutti di bosco scongelati insieme al liquido che si è formato.
Infornare a 180° per 30-35 minuti circa.
Una volta fredda sformatela e spolverizzatela con abbondante zucchero a velo.



domenica 24 gennaio 2016

NOSTALGIA

Le feste sono ormai passate da un pezzo e ormai siamo nel cuore dell'inverno.
Anche se in ritardo è arrivato anche il freddo e anche se ci regala immagini bellissime io non lo amo e quando sono tutta infreddolita penso al caldo dell'estate e ai suoi colori e perchè no anche ai suoi sapori...


...e voglio farli ricordare anche a voi postando una ricetta che ha dentro l'estate,




i suoi colori ed i suoi sapori.


FRITTATA POMODORINI E CIPOLLA

INGREDIENTI: 5 uova
pomodori tipo ciliegino
1 cipolla
olio evo
sale e pepe


ESECUZIONE: lavare e tagliare a metà i pomodorini e tagliare a cubetti la cipolla.In una padella mettere un po' di olio e versare le verdure.Cuocere il tutto mescolando ogni tanto.Salare e pepare.In una terrina,nel frattempo,sbattere le uova aggiungendo un pizzico di sale.Quando le verdure saranno rosolate bene versare le uova e mescolare con un mestolo per far rapprendere.Coprire per 5-6 minuti poi aiutandosi con il coperchio girare la frittata.Coprire di nuovo e cuocere per una 10 di minuti circa abbassando leggermente la fiamma.Quando la frittata e' cotta da entrambe le parti togliere dal fuoco e servirla.


Buonissima calda ma ottima anche fredda.



Voglio anche aggiornarvi sulle mie letture presentandovi l'ultimo libro letto.
Si tratta dell'ultimo scritto di Isabel Allende una delle mie scrittrici preferite.
Parla di una bellissima storia d'amore e di amicizia senza tralasciare la storia.
E' molto scorrevole ed emozionante.



"Una epica storia d'amore, che trascende il tempo e spazia dalla San Francisco dei nostri giorni alla Polonia, passando dalla poco conosciuta vicenda dei campi di concentramento in cui vennero rinchiusi i giapponesi americani durante la Seconda guerra mondiale.

“Ci sono passioni che divampano come incendi fino a quando il destino non le soffoca con una zampata, ma anche in questi casi rimangono braci calde pronte ad ardere nuovamente non appena ritrovano l’ossigeno.”

Alma Belasco, affascinante pluriottantenne, colta e facoltosa, decide di trascorrere gli ultimi anni della sua vita a Lark house, una residenza per anziani nei pressi di San Francisco. In questa struttura, popolata da affascinanti e bizzarri anziani di diversa estrazione sociale, stringe amicizia con Irina, giovane infermiera moldava, di cui presto si innamorerà il nipote Seth Belasco. Ed è ai due giovani che Alma inizierà a raccontare la sua vita, in particolare la sua grande storia d'amore clandestina, quella con il giapponese Ichi, figlio del giardiniere dell'aristocratica dimora in cui ha vissuto, nonché compagno di giochi sin dalla più tenera infanzia. Sullo sfondo di un paese attraversato dalla seconda guerra mondiale, con le taglienti immagini di una storia minore - quella dei giapponesi deportati nei campi di concentramento -, si snoda un amore fatto di tempi sbagliati, orgoglio malcelato e ferite da curare, ma al tempo stesso indistruttibile, che trascende ogni difficoltà e vive in eterno nel cuore e nei ricordi degli amanti.

sabato 26 dicembre 2015

COMPLIGLOG


Buon Compleanno al mio blog: 6 anni di ricette,foto,sensazioni,eventi,lavoretti,musica e tutto quello che più mi piace.



Voglio festeggiare questo evento con una ricetta golosissima quanto semplice.

SFOGLIE ALLA MELA

INGREDIENTI: 2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare
zucchero q.b.
marmellata di albicocche
1 mela


ESECUZIONE:aprire i due rotoli di pasta sfoglia a sovrapporre i due lati più corti in modo da ottenere un grande rettangolo di pasta.Spennellare con acqua tutta la superficie della pasta e spolverizzare con abbondante zucchero.Arrotolare la pasta partendo dal lato più corto ottenendo un salsicciotto.Tagliare ora a rondelle alte 1 cm e mezzo e stenderle con il mattarello ottenendo una sfoglia fine di forma ovale.Al centro mettere un cucchiaino di marmellata e alcune fettine di mela tagliate finemente ( come da foto).
Ripiegare tipo raviolo e pressare con le dita i bordi.Mettere dello zucchero in un piatto fondo e "impanarvi" i ravioli di sfoglia.Metterli ora sulla placca del forno foderata con la cartaforno e cuocere a 180° per 10 minuti circa.
Sono buone sia tiepide che fredde,semplicemente così o spolverizzate con poco zucchero a velo.


Sono buonissime...ottime per la colazione ma anche come dessert o per la merenda,con il latte,il thè o il caffè o anche da sole...
La ricetta l'ho trovata qui...e l'ho adattata ai nostri gusti...mio marito ne va matto...molto ma molto meglio di quelle che troviamo al bar !!!