lunedì 3 luglio 2017

A VOLTE RITORNANO

Mamma mia quanto tempo!!!!!Da febbraio più niente nemmeno un post piccolo piccolo!!!
Di chi è la colpa? Brunella cosa è successo? Cosa ti ha tenuto lontano dal tuo blog ?
Beh,credo che la colpa sia stata principalmente del lavoro: mai lavorato così tanto.Ho passato giornate intere dentro la mia stanza a cucire,cucire,cucire.Tende,cuscini,testate letto,runner,tovaglie ecc.  
Nessun testo alternativo automatico disponibile.


L'immagine può contenere: spazio al chiusoE poi la famiglia,la casa,i gatti e il cane,la mia dolce Sally
 L'immagine può contenere: cane, spazio all'aperto e natura

Quattro mesi passati in un battibaleno.
Ma ora che finalmente il ritmo è abbastanza rallentato ho subito pensato di venire qua e di aggiornare finalmente questo mio amato spazio dove posso raccontarmi e raccontare il mio mondo che passa sempre dalla cucina: luogo di vita quotidiana,di incontri,di chiacchiere,di ricordi,di pianti e di risate.
Eccoci allora ad una nuova ricetta gustosa e profumata.



VENTAGLI DI SFOGLIA SALATI

INGREDIENTI:
pasta sfoglia
formaggio a fette 
parmigiano
passata di pomodoro
mozzarella 
origano
formaggio cremoso
salmone affumicato a fette


ESECUZIONE: srotolare la pasta sfoglia e farcirla con formaggio a fette e parmigiano grattugiato o con passata di pomodoro mozzarella e origano o con il formaggio cremoso frullato insieme al salmone affumicato. Arrotolare la pasta prima da un lato e poi dall'altro incontrandosi a metà.


Compattare il doppio rotolino con le mani e tagliare a fette di 2-3 cm circa.
Adagiare i ventagli sulla placca del forno foderata con cartaforno mettendoli un poco distanziati perchè in cottura tendono a crescere.


Cuocere in forno caldo a 180° per 10 minuti circa.




Buonissimi salatini da servire come antipasto o con l'aperitivo.
Io vi ho indicato questi 3 ripieni ma le variazioni sono infinite,con un poco di fantasia potete ottenere ventagli dai mille sapori tutti appetitosi: pasta di olive,salame,spinaci e mozzarella,fettine di lardo,tonno frullato con formaggio cremoso,mousse di fegatini,funghi trifolati,carciofini sott'olio ecc.




domenica 5 febbraio 2017

PIOVE!

Piove
Piove da un’ora soltanto
ma il bimbo pensa che già
piova da tanto! Da tanto!
Sopra la grande città.
Piove sui tetti e sui muri,
piove sul lungo viale,
piove sugli alberi oscuri
con ritmo triste ed uguale;
piove; e lo scroscio si sente
giungere dalle vetrate
che versano lacrime lente
come fanciulle imbronciate.
Piove e laggiù, sulla via,
e in ogni casa, già invade
l’intima malinconia
di quella pioggia che cade.
Piove da un’ora soltanto:
ma il bimbo pensa che già
piova da tanto! Da tanto!
Sopra la grande città. ( A. Novi)




Rallegriamo queste grigie giornate lavorando in cucina tra ciotole e pentolini riempiendo la casa di profumi che rincuorano e consolano.




TORTA DI RISO

INGREDIENTI:250 gr di riso da minestre
1 litro di latte
200 gr di zucchero
30 gr di burro
4 uova
1 arancia non trattata
2 cucchiai di liquore all'arancio
100 gr di uvetta
30 gr di farina
1 pizzico di sale
zucchero a velo


ESECUZIONE: bollire il latte con il sale e il burro e versarvi il riso.Cuocere finchè il liquido non è tutto assorbito.
Ammollare l'uvetta nel liquore mescolato al succo dell'arancia per una ventina di minuti.
Quando il riso sarà intiepidito aggiungere lo zucchero e la scorza di arancia.Unire poi le uova una alla volta.
Scolare bene  l'uvetta e passarla nella farina.Aggiungerla al riso insieme ad un poco del  liquido di ammollo.
Versare l'impasto in una teglia rivestita con carta forno e cuocere a 180° per 50 minuti circa finchè la superficie è bella colorita.
Sfornare,far freddare,mettere il dolce su un piatto da portata e spolverizzare con abbondante zucchero a velo.



Posted by Picasa

sabato 7 gennaio 2017

I BISCOTTI DELLA BEFANA

Anche la befana è passata e così si è portata via tutte le feste e con loro le lucine colorate e gli addobbi natalizi.
Le case sono tornate alla vita di sempre e noi con loro riponendo in soffitta gli scatoloni del Natale.
Ma nelle dispense e nelle cucine ancora qualche avanzo aspetta di essere consumato.
Da me sono rimasti i biscotti che ho fatto per l'arrivo della befana perchè a noi piacciono molto e così ne faccio sempre quantità industriali per gustarceli a lungo specialmente al mattino per la colazione.


L'immagine può contenere: cibo e spazio al chiuso

Fare i Befanini il giorno prima dell'Epifania è ormai una tradizione che dura da molti anni e che spero di poter ancora conservare a lungo.
La ricetta è sempre la stessa ma a volte mi piace provare qualcosa di diverso così quest'anno ho provato a farli come si usa a Barga. L'impasto dei biscotti è più o meno lo stesso ma si decorano con del marzapane profumato con l'Alchermes



BEFANA DI BARGA

INGREDIENTI: 500 gr di farina
300 gr di zucchero
150 gr di burro
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
buccia di arancia grattugiata
1 bicchierino di liquore a piacere

per il marzapane: 2 albumi
200 gr di mandorle 
scorza di arancia grattugiata
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di Alchermes



ESECUZIONE: preparare con i suddetti ingredienti una pasta frolla morbida.Stenderla su un piano infarinato e tagliare della forma che desiderate io ne faccio usando tante formine diverse una dall'altra. Mettere sulla placca del forno ricoperta con carta forno.
Preparare l'impasto di marzapane mescolando agli albumi leggermente sbattuti le mandorle tritate a farina,lo zucchero,la scorza di arancia e l'Alchermes. Amalgamare bene e mettere su ciascun biscotto un cucchiaino circa di questo composto.Cuocere ora in forno caldo a 180° per 15-20 minuti circa.


Otterrete ottimi biscotti per riempire le calze dei vostri bimbi o da gustare dopo il pranzo accompagnati da un dolce e buono vin santo.
E se vi avanzano allieteranno anche la vostra colazione.
Questi biscotti tipicamente lucchesi si conservano bene per parecchi giorni quindi,datemi retta impastatene molti, e non ve ne pentirete.