martedì 11 febbraio 2014

COSA VUOI DI PIU' DALLA VITA



Questa torta è veramente deliziosa come dice il suo nome.
La ricetta originale prevedeva la pasta sfoglia ma io avevo una confezione di briseè da consumare ed ho usato quella...buonissima!



Ho trovato la ricetta su un vecchio numero di "Più dolci" e,anche se l'ho adattata alla mia dispensa,ho ottenuto un ottimo risultato.
E' un dolce che sembra uscito dalla pasticceria,ottimo per terminare un pranzo importante e per accontentare anche l'ospite più temuto!



DELIZIA ALLE MANDORLE

INGREDIENTI: 1 rotolo di pasta briseè
2 cucchiai di confettura di albicocche
100 gr di burro
140 gr di zucchero
4 uova
1 bustina di vanillina
140 gr di mandorle
30 gr di farina
1 cucchiaio di liquore al mandarino
zucchero a velo

 

ESECUZIONE: sbattere i tuorli con 100 gr di zucchero,aggiungere il burro liquefatto,il liquore e la vanillina.
Incorporare ora la farina e le mandorle tritate molto finemente.Montare a neve gli albumi con 40 gr di zucchero ed incorporarli alla crema di tuorli.


Foderare una teglia con carta forno e stendervi la pasta briseè.Spalmare sul fondo la marmellata e sopra versare il composto di uova,ripiegare i bordi e cuocere a 180° per 30 minuti circa.
Far freddare,sformare su di un piatto da portata e cospargere con lo zucchero a velo.





Oltre a postare questa golosa ricetta voglio anche presentarvi due bellissimi film che ho avuto l'occasione di vedere in questi ultimi giorni  e che sono assolutamente da non perdere.


Il primo è "PHILOMENA" e racconta quanto può essere unico l'amore di una madre per il proprio figlio.


Irlanda, 1952. Philomena Lee, ancora adolescente, resta incinta. Cacciata dalla famiglia, viene mandata al convento di Roscrea. Per ripagare le religiose delle cure che le prestano prima e durante il parto, Philomena lavora nella lavanderia del convento e può vedere suo figlio Anthony un'ora sola al giorno. A tre anni Anthony le viene strappato e viene dato in adozione ad una coppia di americani. Per anni Philomena cercherà di ritrovarlo. Cinquant'anni dopo incontra Martin Sixmith, un disincantato giornalista, e gli racconta la sua storia. Martin la convince allora ad accompagnarlo negli Stati Uniti per andare alla ricerca di Anthony. Il film è tratto dal libro di Martin Sixsmith, "The Lost Child of Philomena Lee"







Il secondo film che voglio segnalarvi è
"LA LADRA DI LIBRI" ed è a dir poco meraviglioso,una storia che ti prende fin dal primo momento.In Italia non è ancora uscito credo,io ho visto una edizione in lingua originale con sottotitoli in italiano.
Si racconta l'amore per la lettura,per i libri,per le parole di una ragazza negli anni della seconda guerra mondiale.



Il film racconta una storia commovente e ricca di emozioni ambientata nella Germania della Seconda Guerra Mondiale. Protagonista è Liesel (Sophie Nélisse), una vivace e coraggiosa ragazzina affidata dalla madre incapace di mantenerla, ad Hans Hubermann (Geoffrey Rush), un uomo buono e gentile, e alla sua irritabile moglie Rosa (Emily Watson). Scossa dalla tragica morte del fratellino, avvenuta solo pochi giorni prima, e intimidita dai “genitori” appena conosciuti, Liesel fatica ad adattarsi sia a casa che a scuola, dove viene derisa dai compagni di classe perché non sa leggere. Con grande determinazione, è tuttavia decisa a cambiare la situazione e trova un valido alleato nel suo papà adottivo che, nel corso di lunghe notti insonni, le insegna a leggere il suo primo libro, Il manuale del becchino, rubato al funerale del fratello. L’amore di Liesel per la lettura e il crescente attaccamento verso la sua nuova famiglia si rafforzano grazie all’amicizia con un ebreo di nome Max (Ben Schnetzer) che i suoi genitori nascondono nello scantinato e che condivide con lei la passione per i libri incoraggiandola ad approfondire le sue capacità di osservazione. Altrettanto importante diventa l’amicizia con un giovane vicino di casa, Rudy (Nico Liersch), che prende in giro Liesel per la sua mania di rubare i libri ma intanto si innamora di lei.



Una buona torta e un bel film ... cosa vuoi di più dalla vita!


Posted by Picasa

5 commenti:

  1. Ciao Brunella!!
    Ottimo questo dolce e cercherò di ricordarmelo la prossima volta che comprerò la pasta brise. E' da provare!
    Buona serata, a presto.

    RispondiElimina
  2. Quel ripieno dev'essere stratosferico. Quando ci sono le mandorle vado sempre in visibilio :) Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  3. E come potrei resistere ad una simile golosità........complimenti!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Brunella sono incantata, è una meraviglia il tuo blog! Devo tornare con calma per copiare qualche tua ricetta. Poi parli anche di cinema! Mi spiace essere di fretta. Ti mando un mio abbraccio e tanti complimenti. Bruna.... ciaooooo

    RispondiElimina